Cos'è l'Allenamento Funzionale?

November 19, 2017

 

Tra falsi miti e realtà. Alla scoperta dell’allenamento più citato ma meno compreso degli ultimi anni.

“Il termine “funzionale” oggi va decisamente di moda, con significati che vanno dalla A alla Z. È come un tubo vuoto che ognuno può riempire a proprio piacimento: tutto e niente. 

Sgombriamoci il campo dagli equivoci e diamoci da fare col vocabolario. “Funzionale”: aggettivo che indica la rispondenza alla funzione (uso, scopo) cui qualcosa o qualcuno è destinato.

Più chiaro di così…

L’allenamento funzionale è l’allenamento che lavora le catene cinematiche e i sistemi articolari che ne fanno parte, secondo lo scopo, il motivo, per cui sono stati costruiti o creati e si sono evoluti.” Guido Brucia – Manuale Scientifico Allenamento Funzionale

 

Quindi?

Quindi fare esercizi non convenzionali in equilibrio sul Bosu e con una Kettleblell in testa non significa fare allenamento funzionale …  a meno che non lavoriate al circo!

 

Altro falso mito è l’allenamento funzionale per ogni disciplina sportiva da cui nascono allenamenti funzionali per la corsa, per il nuoto, per il golf e così via. Tali allenamenti esistono ma andrebbero molto più correttamente definiti “sport specifici” e con questo non intendiamo assolutamente dire che l’allenamento funzionale non sia ottimo nella preparazione atletica, ma solamente che risponde ad altri criteri e principi.

L'allenamento funzionale (o functional training) è un'attività che, in origine, è stata utilizzata all'interno dei protocolli riabilitativi per consentire di riacquistare la piena e corretta funzionalità di uno o più distretti corporei e questo la dice lunga sull’errata concezione che abbiamo dell’allenamento funzionale.

 

Nel lavoro funzionale vengono utilizzati esercizi capaci di determinare movimenti nei tre piani dello spazio con una stimolazione di tipo multi articolare, ossia con attività che impieghino contemporaneamente più articolazioni alla volta e che stimolino, oltre alle componenti condizionali, quali forza e resistenza, anche la coordinazione dell'individuo ed il suo equilibrio.

Uno degli scopi dell’allenamento funzionale è di costruire una serie di mappe motorie quanto più ampie possibile allenando il Sistema Nervoso Centrale attraverso l’insegnamento di gesti: una somma di esercizi e movimenti complessi che stimolano il SNC al cambiamento, incrementando le risposte organiche e fisiologiche dell’allenamento stesso.

In altri termini con l'allenamento funzionale si allena il movimento non il muscolo, producendo in ogni caso un adattamento anche su quest'ultimo.

Di sicuro l'allenamento funzionale risponde alla ricerca, sempre più sentita, di spostare il fulcro del lavoro verso un'attività che punti ad un benessere globale del soggetto e non semplicemente a renderlo più muscoloso o più magro.

 

 

Bibliogafia

La Verità sull'Allenamento Funzionale – Guido Bruscia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Open Days Gennaio

January 16, 2018

1/5
Please reload

Post recenti

January 16, 2018

November 19, 2017

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag